Nuova frontiera nella lotta al cancro al cervello: alcuni ricercatori sono stati in grado, per la prima volta al mondo, di superare lo strato protettivo del cervello umano riuscendo così a somministrare farmaci anti-cancro a una paziente. Tutto merito di un gruppo di medici del Sunnybrook Health Sciences Centre, in Canada. La notizia è stata data dalla BBC.

La straordinaria impresa scientifica ha permesso di oltrepassare la barriera encefalica della paziente. Il tutto è stato possibile solo per un lasso di tempo limitato, sufficiente però ai medici per iniettare mini-bolle piene di gas nel circolo sanguigno.

Successivamente hanno applicato un fascio di ultrasuoni focalizzato sul cranio della donna, in modo da agire sulle bolle che vibrando sono state mosse fino alla direzione desiderata insieme ai farmaci chemioterapici. La procedura ora sarà ripetuta su circa 10 pazienti in una sperimentazione che se dovesse confermare gli ottimi risultati già mostrati sulla prima paziente, potrebbe portare a nuove speranze per la cura di questo tipo di malattie.

Gli esperti hanno definito questa tecnica “eccitante” perchè consente la somministrazione di farmaci potenti che altrimenti non avrebbero funzionato. Una strategia applicabile anche ad altre malattie cerebrali, come la demenza e il Parkinson.

Come detto però non basta il successo ottenuto sulla prima paziente sottoposta alla procedura, Bonny Hall, 56 anni, affetta da tumore del cervello da otto anni. Nell’ultimo periodo il cancro era diventato più aggressivo e i medici hanno deciso di cambiare strategia.

I medici le hanno somministrato una chemioterapia per infusione intravenosa, seguita da una piccola dose di microbolle e poi dagli ultrasuoni. “Lo scanner cerebrale – hanno spiegato i medici alla BBC – suggerisce che il trattamento abbia funzionato, e presto il team esaminerà una piccola parte del tumore, rimosso chirurgicamente il giorno dopo la terapia, per capire quanto il farmaco è penetrato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.