Che dire degli strani fenomeni luminosi intorno alla stella KIC 8462852? Questa è la domanda che molti stanno facendo da ieri e ha pubblicato un articolo su questo argomento The Atlantic. Il pezzo, è diventato virale, anche indicando possibili strutture aliene per spiegare ciò che accade a questa stella. C’è qualcosa di vero in questo?

Cerchiamo di fare chiarezza. KIC 8462852 è una stella leggermente più grande della media situato a circa 1500 anni luce dal Sole. Come il suo nome rivela, è stata studiata dal telescopio spaziale Kepler per la ricerca di pianeti extrasolari attorno con il metodo del transito. Kepler ha trovato pianeti, ma ha visto “qualcosa” (o meglio, sono stati i partecipanti dell’iniziativa Planet Hunters dai dati Keplero). La curva di luce della stella ci dice che un o più oggetti passano di volta in volta di fronte al disco della stella riducendone la luminosità del 20%, ma questi passaggi non si verificano a intervalli regolari, come dovrebbero essere se dipendesse da un pianeta, ma che durano da cinque a 80 giorni.

Prima di iniziare a speculare sulla presenza di alieni megastrutture, la spiegazione più ragionevole è che stiamo osservando un disco di detriti in orbita attorno alla stella. E’ ben noto che questo tipo di dischi protoplanetari sono comuni nelle giovani stelle, ma, e questo è dove il mistero, CCI 8.462.852 sembra essere una stella ‘adulta’. Naturalmente, è importante sottolineare che la determinazione delle età stellari è molto complesso e con un enorme margine di errore, in modo che non può completamente escludere che CCI 8.462.852 è in realtà una giovane ragazza con un disco protoplanetario.

In un recente documento, un gruppo di ricercatori e appassionati guidati da Tabetha Boyajian sono arrivati a concludere che è probabile che stiamo assistendo il risultato della scissione di uno o più exocomete. In realtà, potrebbe essere un gruppo di comete che attraversano un percorso che porta a una stretta orbita di CCI 8.462.852 o qualsiasi pianeta del sistema causa dell’azione gravitazionale di una stella vicina.

Un’opzione più diretta sarebbe una collisione catastrofica nel sistema, sia tra asteroidi o tra asteroidi e pianeti, che ha espulso grandi quantità di materiale nello spazio interplanetario, ma Boyajian e i suoi collaboratori hanno utilizzato i dati dal telescopio a infrarossi WISE per scartare questa ipotesi. Se questo evento fosse realmente accaduto, WISE avrebbe rilevato un eccesso di emissione infrarossa da polvere 8.462.852 CCI-le migliori lunghezze d’onda visibili nascoste, che non ha. Naturalmente, è anche possibile che l’impatto sia avvenuto pochi anni fa, subito dopo che WISE ha smesso di funzionare, ma sarebbe una coincidenza cosmica estremamente rara.

Ci sono altre spiegazioni più esotiche e sicuramente più emozionanti suggerite dall’astronomo Jason Wright. Secondo Wright, l’andamento della curva di luce della CCI 8462852 è compatibile con la presenza di gigantesche strutture artificiali. Potremmo essere di fronte ad una sfera di Dyson a metà dell’opera o a un anello mondo traslucido, e immaginare è gratuito.

In breve, CCI 8462852 potrebbe essere una giovane stella e quello che stiamo vedendo sarebbe solo un disco protoplanetario. In caso contrario, è probabile che si tratta di un gruppo di comete frammentate o il risultato di un impatto. Oppure CCI 8462852 è abitata da alieni, proprio così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.