La disfunzione erettile è un problema che può avere già molte soluzioni, purchè chi ne è colpito superi la vergogna di chiedere aiuto. Adesso anche in Italia arriva un nuovo farmaco sotto forma di crema per il trattamento di questo disturbo sessuale molto più comune di quanto si possa credere, e che probabilmente, porprio per la sua natura intima, ha un sottobosco non ancora emerso che renderebbe i numeri ancora più elevati.

La disfunzione erettile colpisce secondo le stime 3,2 milioni di italiani. Da oggi si può trattare anche con il un farmaco a base del principio attivo Alprostadil. Il nuovo prodotto è stato presentato in occasione dell’88/mo Congresso Nazionale della Società Italiana di Urologia (Siu) in corso a Riccione. Una crema che può essere utile anche a chi ha fenomeni sporadici, spesso causati da stress e disturbi psicologici. Una condizione che però anche in forme non grave, secondo gli urologi, “condiziona non poco la vita di relazione delle coppie”.

Il nuovo farmaco-crema, sviluppato negli Stati Uniti, si basa su una nuova tecnologia che permette l’assorbimento cutaneo del principio attivo, agisce localmente e non sono note interazioni negative con altri farmaci, alimenti e bevande alcoliche. La crema agisce già tra 5 e 30 minuti dopo l’applicazione, e l’effetto permane per più di un’ora. Il farmaco a crema si presenta in confezione da quattro monodose ed è già acquistabile con la prescrizione medica nelle farmacie italiane.

Il segretario generale della Siu Vincenzo Mirone: “La facilità d’utilizzo, con la semplice applicazione locale, in aggiunta all’efficacia clinica e alla sicurezza d’uso, rendono questo farmaco la prima linea di trattamento per i pazienti, circa il 13% della popolazione maschile, che soffrono di disfunzione erettile. Sebbene possa presentarsi a qualsiasi età, la disfunzione erettile è più frequente negli uomini di età superiore ai 45-50 anni. Fra i 40 e i 50 anni interessa circa il 10% degli uomini e sale sino al 40% fra i 60 e i 70 anni, per interessare il 50% dei soggetti oltre i 70 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.