Un violento nubifragio nella notte ha colpito la provincia di Torino con pesanti conseguenze per le cose: un fulmine ha fatto crollare la sommità del campanile di una chiesa sconsacrata, a Valperga. I calcinacci hanno sfondato il tetto di una abitazione vicina dove dormiva una famiglia di tre persone. Fortunatamente sono tutti illesi i componenti, mamma, papà e figlio di tre anni nella cui camera sono finiti i calcinacci. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

Decisivo per l’incolumità della famiglia il fatto che il campanile è crollato nel bagno dell’abitazione e non nelle camere da letto dove i tre stavano dormendo. Dunque solo danni per il vecchio campanile del 1742, che un fulmine ha centrato in pieno. Un attimo prima del crollo della torre campanaria, nell’abitazione sono saltati tutti gli impianti, da quello termico a quello elettrico. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Cuorgnè e Ivrea, insieme ai carabinieri di Cuorgnè, Rivarolo Canavese e del nucleo radiomobile di Ivrea. Via Martiri è stata chiusa al traffico. La casa sottostante il campanile è stata evacuata per precauzione ed è in attesa che tecnici e Comune valutino attentamente la sua sicurezza. Si teme infatti che la metà di campanile ancora in piedi crolli da un momento all’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.