Festeggiano 40 anni Goldrake e Jeeg Robot. Due degli eroi più famosi, entrati nell’immaginario collettivo di grandi e piccini, spengono un bel po’ di candeline. SI tratta di personaggi di alcune delle serie animate più celebri delle serie animate degli anni ’70 e ’80. Per l’occasione e per festeggiarli degnamente, sarebbe il caso di ritrasmetterne le intere serie in tv, e siamo sicuri che sarebbero molto seguite. Il 5 ottobre 1975, in Giappone, veniva infatti trasmesso il primo episodio di entrambe le serie prodotte dalla Toei Animation e ispirate ai manga del geniale Go Nagai.

In Italia, le avventure di Actarus e Hiroshi arrivarono qualche anno più tardi, ma subito piacquero tantissimo diventando parte integrante della cultura popolare anche grazie alle strepitose sigle, vere e proprie hit. Attorno alle quali circolarono per anni anche legende metropolitane, come quella secondo cui il cantante della sigla di Jeeg Robot d’acciaio fosse un giovanissimo e ancora sconosciuto Piero Pelù, cosa non vera come lo stesso cantante dei Litfiba ha spiegato recentemente. “Ma che ci vuole per questa storia di Jeeg? Una smentita ufficiale alla tv? No, non ero io a cantarla. A quell’epoca giocavo a pallone, andavo in Vespa, e facevo tutte altre cose”. Allo stesso Pelù però evidentemente piace un po’ giocare con l’equivoco, considerato che un paio di edizioni fa di The Voice of Italy, talent di Rai Due in cui lui fa parte della giuria, fece cantare a Giacomo Voli della sua squadra proprio la sigla di Jeeg durante una delle finali, alimentando così la convinzione di chi crede ancora che quella canzone in qualche modo gli appartenga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.