Deve mettere su ancora qualche chilo prima di poter essere rimessa in libertà l’orsetta Morena. Nel frattempo potrà concedersi, alla faccia di tutti quelli che fanno diete dimagranti, dei bei pasti e spuntini a base dei suoi cibi preferiti: miele, cereali, muesli, pane, carne macinata, crocchette per cani, uova, bigattini, frutta, insalata. Un menu accuratamente selezionato scegliendo tra i cibi più nutrienti, compatibilmente con i suoi gusti di cui è ghiotta.

L’importante è che riesca a ingrassare bene Morena, cucciola di orso marsicano ritrovata a luglio a Villavallelonga. Quando è stata trovata non pesava nemmeno 2 kg, mentre adesso ha già raggiunto i 23. Non bastano: dovrà ingrassare ancora prima di poter essere rilasciata in natura per il primo esperimento del genere in Italia.

Secondo le previsioni dei veterinari esperti che la stanno curando e monitorando, Morena dovrebbe essere rilasciata nei boschi del Parco d’Abruzzo Lazio e Molise a inizio novembre.

Simbolo del parco d’Abruzzo, l’orso bruno marsicano è una sottospecie differenziata geneticamente dagli orsi delle Alpi e dunque rappresenta un endemismo esclusivo dell’Italia centrale. Grazie a recenti ricerche scientifiche si è stimata una popolazione di circa 40 esemplari nel territorio del Parco e zone limitrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.