Un nuovo test potrebbe essere in grado di diagnosticare il tumore prostata nelle sue fasi iniziali. Una notizia importantissima per una delle neoplasie più comuni tra gli uomini, che se scoperta in tempo può essere addirittura guarita completamente. Il nuovo test è merito di un team italiano coordinato da docente Unibo. Questo nuovo test sarebbe in grado di individuare il tumore alla prostata già nella sua fase iniziale.

Il merito di questa scoperta è di una equipe italiana con a capo Luca Prodi, docente al Dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Faraday Discussion e si basa su una tecnica innovativa in grado di sviluppare un sensore economico e sensibile capace di quantificare la sarcosina, molecola che sarebbe un importante spia della presenza di un cancro prostatico. Il tumore della prostata è oggi la seconda forma di cancro più comune negli uomini, con più di 250mila decessi ogni anno. Alla base del nuovo strumento di indagine c’è l’elettrochemiluminescenza (Ecl), tecnica da anni oggetto di studi del gruppo di ricerca coordinato da Francesco Paolucci, docente dell’Università di Bologna, e oggi principale metodologia di analisi clinica in commercio per la diagnosi precoce del cancro alla prostata.

La nuova tecnica utilizza l’interazione di un recettore supramolecolare, sintetizzato e appositamente sviluppato dal team guidato da Enrico Dalcanale, dell’Università di Parma, che permette di catturare la sarcosina in campioni di urine. Al momento il test più affidabile è basato sulla quantificazione dell’antigene prostatico specifico (PSA), ma ha come limite fondamentale quello di dare un elevato numero di falsi positivi. Il prossimo passo è mettere a punto un test standardizzato e con tempi veloci di analisi che possa direttamente correlare la presenza della sarcosina nelle urine con i comuni marcatori per il cancro alla prostata. La buona notizia è che potrebbe essere usato anche per individuare il diabete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.