Magari non conoscono il suo nome, ma tutti i bambini conoscono il volto di Mary Poppins, di diverse generazioni. Anche merito di Julie Andrews, che compie 80 anni. E che non si ferma , considerato che l’anno prossimo dirigerà My Fair Lady a teatro.

Un film che l’ha consegnata definitivamente all’olimpo delle star di tutti tempi, con un personaggio che rimarrà per sempre impresso nell’immaginario collettivo: “I dilettanti lavorano sino a che non fanno qualcosa giusto, i professionisti lavorano sino a che non possono più sbagliare”, amava dire a proposito della sua professione.

Gli esordi: “Avevo diciannove anni quando sono salita su un palcoscenico a Broadway, e da allora, praticamente non sono più scesa”. “Molta della mia vita è passata attraverso grandiosi momenti di fortuna, dopo di che, però ho lavorato sodo per meritarmela”.

Nel 1997 un intervento alle corde vocali compromette le sue doti canore: “Cantare è una cosa che mi manca immensamente, è davvero la mia grande tristezza. Non canto più ma nella mia vita non c’è tempo per la nostalgia”. Si rifarà col doppiaggio: “Doppiare è più difficile che recitare. Il regista è sempre a dirti: ‘Puoi ripetere la frase con voce più amichevole, o più amabile, o più arrabbiata?’, insomma ti capita di ripetere la stessa frase cento volte. Ora con le nuove tecnologie per me è più arduo di una volta e mi pare anche meno romantico. Magari sono io che sono di un’altra era, anche se sento di poter e volere fare molte altre cose”.

La sua arte è esplosa anche con la realizzazione di una serie di libri per bambini: “Quando fai un film reciti su materiale scritto da altri, scrivendo ho invece la possibilità di esercitare la mia fantasia e magari insegnare qualcosa ai bambini. Nelle mie storie c’è meraviglia, amore per la natura, per il mondo, cerco in tutti i modi di evitare la violenza e la crudeltà”.

All’ultima cerimonia degli Oscar Lady Gaga le ha reso omaggio con un medley delle sue più famose canzoni. “Non la conoscevo – dice la Andrews – ci siamo e abbracciate 45 minuti prima della sua performance, è una grande artista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.