Twitter rimuove il limite di 140 caratteri, merito di Jack Dorsey. Twitter sta perdendo terreno nei confronti della concorrenza: Facebook e Instagram corrono forte, ma non solo e allora potrebbe servire una svolta. I piani alti e i cervelloni del social network dei cinguettii avrebbero individuato nei pochi caratteri disponibili per scrivere messaggi uno dei motivi per cui Twitter non sta crescendo come si sperava. E allora quella che era una peculiarità del social network, la brevità e l’istantaneità dei commenti, potrebbe venir meno e si potrebbe andare oltre i 140 caratteri, il suo segno distintivo.

Va detto che questo limite è stato già abbattuto in alcune funzioni della piattaforma come i messaggi diretti e i retweet col commento. Twitter è ferma a 316 milioni, non pochi ma insufficienti in termini di crescita rispetto alla concorrenza. Instagram, partito dopo e in sordina, è già a quota 400 milioni di utenti attivi al mese.

Non ci sono conferme ufficiali, ma pare che si pensi che l’abbattimento del muro dei 140 caratteri possa dare nuovo impulso agli utenti e alle pubblicità. Il tutto sarebbe promosso dall’interim di Jack Dorsey nel ruolo di amministratore delegato, dopo che l’ex Ceo Dick Costolo è caduto sotto le pressioni di Wall Street.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.