L’onda lunga del Dieselgate continua a far sentire i suoi effetti e costringe: Volkswagen a bloccare anche in Italia le vendite dei modelli euro 5 sotto accusa. Insomma lo scandalo sulle emissioni truccate dei motori diesel che ha coinvolto il gruppo automobilistico di Wolfsburg non si placa e la multinazionale corre ai ripari per fare in modo che venga al più presto archiviato restando solo un brutto ricordo, sperando intacchi meno possibile i risultati sul mercato per quel che riguarda le vendite.

La Volkswagen nel frattempo blocca anche in Italia le vendite dei modelli euro 5 e le immatricolazioni di auto già vendute. La multinazionale ha ammesso di aver truccato il software delle centraline di controllo delle auto diesel vendute negli Stati Uniti e di aver praticato la stessa scorrettezza anche in Europa. Sono coinvolte auto omologate con motori euro 5.

Non ci voleva questo scandalo per un gruppo che in un settore in crisi aveva fatto registrare dall’inizio del 2015, un +15% di aumento delle vendite. Ma adesso si allargano le indagini alle altre case automobilistiche, perchè la pratica Volkswagen potrebbe essere anche una prassi comune.

E infatti il Codacons ha richiesto il blocco totale delle vendite di auto diesel fino a nuovi accertamenti. Nel nostro Paese sarebbero circa un milione le auto coinvolte e le indagini riguarderebbero anche Audi, Seat e Skoda.

Volkswagen si è detta disponibile a collaborare e a sostituire le centraline incriminate, a proprio carico, dagli 11 milioni di automobili coinvolte a costo zero per i clienti.

Ma il calo delle vendite si sta già facendo sentire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.