Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin spiega i tagli del governo sulla sanità: “L’obiettivo è risparmiare per reinvestire dove è necessario, in quelle cure che ci chiedono i cittadini. Dalle Regioni, che hanno fortemente voluto queste norme, mi aspetterei che intervenissero per spiegare alle persone il perché dobbiamo fare questo salto culturale”.

“Stimo il Presidente Chiamparino, con il quale ho condiviso in questi mesi anche percorsi molto difficili. Arrivare all’intesa è stato un lavoro complesso, e questo delle prescrizioni è stato un punto sicuramente controverso. Dell’appropriatezza io rivendico la necessità sul territorio italiano, come tutte le società scientifiche hanno richiesto a più riprese in Italia e come ampiamente ritenuto necessario anche all’estero”, dice.

Chiamparino aveva accusato il ministro di scorrettezza: “L’atteggiamento del ministro della Salute non mi sembra corretto e soprattutto non ci fa andare da nessuna parte: se si sono condivise delle scelte, lo si è fatto insieme”.

Il presidente della Conferenza delle Regioni aveva aggiunto che: “L’appropriatezza è un tema che è giusto affrontare e che i medici stessi chiedono. Conoscono personalmente tanti anziani che hanno le case piene di farmaci che non usano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.