E piaciuta eccome l’iniziativa della Polizia di Stato che ha deciso di mostrarsi più vicina ai cittadini. L’operazione è stata merito dell’«Agente Lisa”, poliziotta virtuale che risponde sui social alle domande degli utenti, dispensando consigli e informazioni. In grado di dialogare, spiegare e avvertire su situazioni rilevanti.

La conferma che l’idea sia davvero piaciuta lo conferma il fatto che la pagina Facebook dell’Agente Lisa conti già 226.380 mi piace, numero in continua crescita. E anche su Twitter i follower non mancano. Come immagina di sfondo, c’è Totò maresciallo.

Per il suo aspetto digitale si è scelto una immagine sobria, autorevole ma non autoritaria: castana, occhi azzurri, coda di cavallo. Al momento è lei la poliziotta più popolare del web.

Insomma una bella idea questo progetto della Polizia di Stato, promossa insieme al Commissariato di Ps online. Si chiama “Una vita da social” ed è finalizzato alla sicurezza nell’uso della Rete, la pagina ufficiale della Polizia di Stato dove vengono pubblicate le notizie di eventi istituzionali e Periscope per fare le dirette delle conferenze stampa. Il successo lo conferma il fatto che il recente post sulle truffe nelle bollette energetiche ha raggiunto 1 milione di persone con oltre 8 mila condivisioni.

Non era mai accaduto che in Italia una forza di polizia parlasse direttamente con i cittadini attraverso i social, e potrebbe costituire un precedente importante, un modo per avvicinare i cttadini alle istituzioni, migliorando un rapporto che non sempre facile.

Nell’ultimo mese i post sulla pagina Facebook di Lisa hanno raggiunto più di 2 milioni e mezzo di persone (46% donne, 53% uomini) di tutte le fasce di età, anche se la percentuale maggiore si registra tra i 35 e i 44 anni.

La città con il maggior numero di follower è Roma; seguono Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Catania.

Dal profilo Fb della Polizia di Stato: “La Polizia di Stato utilizza Internet e i social network per informare, comunicare e ricevere informazioni. Attraverso Facebook e Twitter, favorisce la partecipazione, il confronto e il dialogo con i propri interlocutori. In questi spazi e con queste attività, la Polizia di Stato intende perseguire finalità istituzionali e di interesse generale”.

Questo l’ultimo post dell’agente Lisa, che conferma il tono confidenziale con cui dà notizie sulle operazioni di polizia:

“Buongiorno dall’Agente Lisa!
Ultimamente nel tratto autostradale foggiano, si sono registrate rapine a danno di punti di ristoro e dei clienti in sosta per concedersi una pausa caffè durante il viaggio.
La Polizia Stradale di Foggia ha così attuato un piano antirapine, che sta iniziando a dare i suoi frutti.
Pochi giorni fa, infatti, sono finiti in carcere tre cittadini romeni dopo l’arresto in flagranza per la rapina all’Autogrill “Daunia”, e a distanza di 48 ore un’altra rapina è stata sventata.
I poliziotti stavolta si erano appostati di notte dietro le siepi per sorvegliare gli ingressi del punto di ristoro.
Da lì avevano notato due persone incappucciate che prima di entrare si erano divise. Uno si era diretto nel bar mentre l’altro aveva estratto una pistola e stava minacciando due avventori, che si trovavano fuori dal locale, con l’intento di farsi consegnare le chiavi dell’auto.
Gli agenti hanno intimato all’uomo armato di arrendersi, ma questi ha fatto fuoco verso di loro ed è scappato sul retro dell’autogrill, saltando su una macchina che aveva lasciato con il motore acceso, evidentemente pronta per la fuga.
Comunque è stato identificato ed ora è attivamente ricercato. E l’altro rapinatore? Si era impadronito di 121 pacchi di sigarette e dei gratta e vinci per un valore di 2300 euro quando nel frattempo un altro poliziotto lo aveva colto sul fatto. Anche questo aveva cercato di darsi alla fuga scagliando verso l’agente degli oggetti e, abbandonando il sacco con la refurtiva, aveva tentato di scappare dalla finestra dei bagni. Esattamente dove lo stavano aspettando gli altri agenti e così l’uomo, un italiano di 27 anni, è stato arrestato.
A proposito, cosa è successo agli agenti?
Per fortuna stavolta è andata bene e nessuno dei colpi esplosi li ha raggiunti.
E questa notizia mi ha reso felice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.