Grande attesa sui contenuti della prossima Legge Stabilità, ma nel frattempo c’è una certezza: Padoan esclude interventi sulle pensioni. La prossima legge di Stabilità, assicura il ministro, non conterrà alcun intervento per anticipare l’età di ritiro dal lavoro e l’accesso alla pensione. Insomma per la flessibilità tanto auspicata c’è ancora da attendere. Lo assicura il responsabile del ministero Pier Carlo Padoan durante un’intervista a Sky tg24. “Il principio della flessibilità in uscita è giusto, va valutato in termini di meccanismo e coperture. Ma per il momento non è all’ordine del giorno nella legge di Stabilità, non è previsto”, ha detto il ministro.

Padoan ha anche assicurato che “Faremo meglio dello 0,7%, è già acquisito” in merito alla presentazione della Nota di aggiornamento del Def. Il “vero punto di svolta”, per il ministro, sta però in “più occupazione e migliore occupazione”, in “contratti a tempo indeterminato”.

Sulla sanità: Padoan dice che si può spendere meno e meglio, e “sappiamo che si può spendere meno e spendere meglio”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, rispondendo alla domanda di Sky Tg24 sulla possibilità di tagli alla sanità. Per la spending review, ha detto, “stiamo guardando a tutte le fonti possibili di risparmio”.

Sulle riforme dice che “sono un elemento molto positivo in termini di crescita economica, quando saranno approvate dal Parlamento saranno un ulteriore stimolo a crescita Paese”.

Sul taglio delle tasse, Padoan dice che è “ancora presto” per dire se già dall’anno prossimo potrà esserci un taglio dell’Ires (anticipato rispetto al programma per il 2017), “ci sono molte misure alternative per il sostegno alle imprese, le risorse sono limitate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.