L’ospedale di Treviglio in provincia di Bergamo ha deciso di concedere la possibilità a cani, gatti e anche conigli di entrare nella struttura. Gli animali avranno libero se accesso accompagnati dal proprietario in tutti i luoghi pubblici, esercizi pubblici e commerciali, manifestazioni fieristiche, locali e uffici aperti al pubblico, mezzi di trasporto pubblico operanti nel territorio regionale, nelle strutture residenziali, semi-residenziali, ospedaliere, pubbliche e private regionali accreditate anche dal ssr, “nel rispetto delle disposizioni e dei criteri individuati e disciplinati dalle direzioni sanitarie”. «Questa delibera permette all’azienda di proseguire l’operazione “simpatia” e “riavvicinamento/ri-innamoramento” dei cittadini del territorio alle nostre strutture», commenta il direttore sanitario Santino Silva.

Necessariamente esclusi alcuni reparti: ad esempio, rianimazione, anestesia, chirurgia generale, ostetricia e ginecologia. Gli animali domestici dovranno essere in regola e il paziente dovrà compilare un modulo per la richiesta. I degenti con si cui divide la stanza dovranno dare il loro assenso. L’idea è dei responsabili dell’Azienda Ospedaliera di Treviglio per consentire ai lungodegenti di alleviare le problematiche legate al distacco dai propri animali domestici e per garantire una maggiore tutela degli stessi quadrupedi, spesso in sofferenza di fronte al temporaneo abbandono e costretti anch’essi a periodi bui senza l’affetto dei loro amici in forma umana.

One thought on “Animali nell’opedale di Treviglio, i pazienti potranno tenerli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.