Il Real Madrid per bocca di Florentino Perez accusa lo United: “Il mancato arrivo di De Gea è colpa loro, sono stati poco seri”. Il presidente dei Blancos non ha digerito l’affare sfumato: “Il Manchester ci ha messo otto ore per restituirci i contratti, ormai non c’era più tempo. Forse mancano di esperienza in queste situazioni”. Il cattivo umore lo porta anche a stroncare i sogni di Kovacic: “Lo abbiamo preso per migliorare la panchina”.
Il Real Madrid non farà ricorso per l’arrivo sfumato del portiere dall’Inghilterra, ma i rapporti tra i due club potrebbe essere compromessi a lungo: “Nell’ultimo giorno di mercato, a 12 ore dalla fine, lo United ci fa sapere attraverso Jorge Mendes che è disposto a trattare, non aveva voluto farlo fino a lunedì, ma abbiamo fatto i contratti in mezz’ora. Lo abbiamo fatto per De Gea, che aveva fatto la sua parte e non potevamo abbandonarlo. Credevamo di avere l’obbligo di provarci pur sapendo che era molto difficile, ma poi ho capito che non ce l’avremmo fatta in tempo per la mancanza d’esperienza dello United in queste situazioni. Ci era già successo già l’anno scorso con Coentrao e ne sa qualcosa pure l’Athletic Bilbao per Herrera”.

Poi nello specifico: “Abbiamo mandato allo United i contratti alle 13.30 e ce li hanno restituiti 8 ore dopo, perché immagino avessero molto lavoro. A quel punto restava poco tempo, ci hanno consegnato i contratti alle 00.02, fuori tempo massimo. Abbiamo le prove sia noi che la Fifa. Non riusciamo a capire, perché abbiano avuto bisogno di otto ore per rivedere dei contratti e perché, se vuoi trattare, lo fai nelle ultime 12 ore di mercato. Sono cose che non comprendo”.

In molti credono che il portiere arriverà a gennaio ma a questo punto i due club potrebbero non voler trattare più e a farne le spese potrebbe essere proprio il giocatore che sognava di trasferirsi a Madrid: “Mi hanno detto che era molto abbattuto, era entusiasta di venire, ma non so cosa succederà d’ora in avanti, dobbiamo riflettere. Già un anno fa credevamo che De Gea fosse il sostituto naturale di Casillas, ma non è stato possibile e abbiamo preso Navas. Siamo molto soddisfatti di lui, ma abbiamo un accordo con De Gea. Tra l’altro non pensavamo di fare nulla quest’anno, ma ci abbiamo provato”.

Su Navas ch resterà a Madrid: “Siamo molto soddisfatti di lui e non devo chiedere scusa nè a lui nè lui le deve a noi. E non è vero che ha chiesto più soldi”. Sul passato: “Avrei voluto portare a Madrid Vieira e Ribery, ma non sempre ottieni quello che vuoi”. Su Kovacic: “Dovevamo migliorare la panchina, Benitez lo conosceva dal campionato italiano, abbiamo chiesto a Modric che ci ha detto che è un fenomeno”.

Sul nuovo tecnico che ha iniziato tra mille critiche e che non sembra piacere molto a Ronaldo: “Benitez era il miglior allenatore per il Real Madrid, gli avevo offerto la panchina già quando arrivai nel 2009. Per me era più facile confermare Ancelotti, ma avevamo bisogno di un nuovo impulso. Abbiamo uno squadrone, e non intendo solo gli 11 titolari, abbiamo 18 calciatori fenomenali. Faremo una magnifica stagione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.