Obama non ha dubbi: servono più rompighiaccio per controllare i russi nell’Artico. Il presidente degli Stati Uniti vuole maggiori garanzie in una zona dove il riscaldamento climatico sta facendo aumentare il traffico marittimo.

E così il capo della Casa Bianca proporrà all’Alaska di acquistare nel 2020 un nuovo rompighiaccio, chiedendo al contempo al Congresso fondi per acquistarne altri. Obama ritiene ci siano questioni di sicurezza da risolvere, considerato che la Russia ne possiede 40.

La guardia costiera americana invece ne ha solo 3 di cui una sola «pesante». La Russia invece oltre alle 40 gà a disposizione ne sta per acquistare altre 11.

Obama spiega che «L’Aumento dell’attività umana nell’Artico richiederà un maggior impegno per tenere aperte le acque necessarie al commercio globale e alla ricerca scientifica, consentire le attività di soccorso e contribuire alla pace e alla stabilità e per rispondere a queste sfide occorre che gli Usa sviluppino e mantengano la capacità di accedere per tutto l’anno a maggiori tratte nelle regioni polari».

Obama nel frattempo deve anche fare i conti con le associazioni ambientaliste che lo accusano di aver concesso alla Shell nuovi permessi per trivellare proprio al largo delle coste dell’Alaska. A niente valgono le sue risposte, che parlano di paletti alla compagnia petrolifera rigidissimi che scongiurano un disastro come quello della marea nera nel Golfo del Messico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.