Renzi interviene sul tema dell’immigrazione e spiega che è importante “Valutare le richieste d’asilo per evitare i viaggi della morte”. Il presidente del Consiglio spiega che è suo auspicio scegliere «finalmente di superare Dublino e di avere una politica di immigrazione europea, con un diritto d’asilo europeo». «L’Europa – spiega il presidente del Consiglio – deve smettere di commuoversi e iniziare a muoversi. E’ finito il tempo dei minuti di silenzio: si scelga finalmente di superare Dublino e di avere una politica di immigrazione europea, con un diritto d’asilo europeo», «andremmo negli Stati di provenienza per valutare le richieste di asilo, evitando i viaggi della morte. Gestiremmo insieme anche i rimpatri. Non dobbiamo solo tamponare l’emergenza, ma anche avere un ruolo maggiore in Africa e in Medio Oriente. Bisogna investire di più sulla cooperazione internazionale. Agevolare i rimpatri e bloccare i trafficanti di uomini, per sempre».

Renzi è contento che «sta emergendo la verità sui migranti: non è un problema italiano su cui speculare per mezzo punto di sondaggio, ma una grande crisi mondiale e europea da affrontare a Bruxelles, non a Lampedusa. Questa è stata la prima battaglia del mio governo: chiedere l’internazionalizzazione di questa crisi». «Obama ha convocato un vertice su questi temi a fine mese proprio a margine dell’assemblea Onu».

Nella sua intervista al Corsera Renzi sottolinea anche dell’importanza della crescita economica per l’Italia, spiegando che la sua visione della situazione attuale non è nera come molti pensano: «al contrario vedo tanta energia. Gli indici di fiducia e i consumi tornano a crescere. Il turismo tira, in particolare al Sud. Si respira un clima di ripartenza. Dopo anni di segno negativo torniamo a crescere». «Cresciamo all’incirca come Francia e Germania: poco, ma finalmente come loro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.