Tra qualche giorno ci sarà la commemorazione per i 14 anni trascorsi dall’attentato dell’11 settembre, e un pensiero particolare andrà a Lady Polvere, Dust Lady, al secolo Marcy Broders, che ha deciso di volare via prima di rivivere ancora quella data. Sopravvivere a un attentato come quello delle Torri Gemelle può sembrare una fortuna, un miracolo, ma se poi si scava nelle storie, si scopre che non necessariamente si apprezza ancora di più la vita e luoghi comuni simili.

Marcy Borders era una dei sopravvissuti alla tragedia delle Torri Gemelle. Ed era anche diventata un simbolo, per via di quella foto che le era stata scattata alla fine della sua folle corsa, a piedi, per le decine di piani dell’edificio dove si trovava. Alla fine era arrivata distrutta, completamente coperta di polvere, mantenendo ancora la sua eleganza e la sua compostezza. Dopo il miracolo della salvezza (la torre dove si trovava è crollata pochi istanti dopo che fosse uscita) l’incubo di quei momenti rivissuto ogni notte, l’alcolismo, il tumore alo stomaco per le polveri respirate che l’ha uccisa 14 anni dopo.

“Lady cenere” era convinta che il tumore fosse conseguenza dell’attentato: “Lo credo fermamente perchè non avevo mai avuto nessuna malattia, niente alta pressione sanguigna, colesterolo alto, diabete”.

Lavorava solo da un mese per la Bank of America ed era appena arrivata alla sua scrivania quando l’aereo colpì la prima torre: “Sentii una forte esplosione, come una bomba, non avevo idea che fosse crollata la torre”. La foto, scattata da un fotografo della Afp, diventerà un simbolo dell’attentato come quella all’uomo che precipita testa in giù dall’ultimo piano pur di scampare alle fiamme. Ma salvarsi quel giorno voleva dire ricominciare a vivere solo a metà: “Avevo mollato, non mi lavavo più, non mi riconoscevo allo specchio”, disse, “ero tutta pelle e ossa, stavo tentando di uccidermi con le droghe, ero così egoista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.