Bere caffè è un’abitudine e un piacere irrinunciabile per moltissime persone, quasi un rito quotidiano e un momento sociale. Basti pensare alla frasi “Andiamo a prenderci un caffè, ti posso offrire un caffè, ci vediamo per un caffè”.

C’è chi lo beve perchè è buono, chi perchè solo così riesce a svegliarsi. Eppure i poteri benefici del caffè sono molti di più, alcuni ignorati e sottovalutati. Come ad esempio il potere antidolorifico del caffè, o antidepressivo. Addirittura, sarebbe un elisir di lunga vita.

Che siate ancora affezionati alla vecchi caffettiera, che la mattina fa rumore e inonda la casa di profumo anche se poi il caffè è un po’ lungo, che vi siate convertiti alle moderne macchinette, comode, veloci e in grado di regalare un caffè come al bar (ma un po’ più costoso di quello ottenuto con la moka) o che siate esterofili e beviate il caffè americano, lunghissimo ma in grado di accompagnarvi per molto tempo, da sorseggiare con calma facendovi fare il pieno di caffeina, se bevete il caffè continuate a farlo, perchè fa bene. L’importante è non esagerare.

In un solo anno in Italia circa 24,14 milioni, hanno consumato l’equivalente di 600 dosi a persona.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, elenca gli otto motivi per berlo con regolarità:

Fa bene al cuore e riduce al minimo le probabilità di subire un attacco riducendo il calcio nelle arterie evitandone l’ostruzione.

Fa vivere più a lungo, il 10% per gli uomini e il 15% delle donne.

Rende più belle, non a caso viene usato nelle creme anti-cellulite, contorno occhi ed esfolianti. Il caffè protegge l’organismo dai radicali liberi assicurando l’elasticità e la vitalità della pelle.

Aiuta a dimagrire, perchè facilita lo smaltimento del grasso.

E’ un antidepressivo naturale: secondo uno studio, condotto per 10 anni su 50.000 donne, chi consuma caffè ha fino al 20% in meno di probabilità di soffrire di depressione.

Allevia il dolore: uno studio pubblicato da BMC Research Notes assicura che il consumo di caffè può ridurre il dolore del collo e delle spalle fino al 14%.

Aiuta la memoria: il caffè aumenta le prestazioni intellettuali e riduce significativamente la probabilità di soffrire di malattie degenerative come il morbo di Alzheimer (- 65%) o morbo di Parkinson (- 50%).

Fa bene allo sport, aumentando i livelli di adrenalina e promuovendo la contrazione muscolare. Inoltre accelera la guarigione e riduce il dolore muscolare dopo lo sforzo sono al 48%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.