Ci si può fidare o no delle recensioni, fatto sta che Pes 2016 sta ricevendo molti giudizi positivi in queste settimane che precedono il debutto del titolo Konami e di Fifa 16. La certezza per il momento è che Pes 2016 uscirà prima del rivale Ea, e questo potrebbe convincere gli indecisi a puntare sul titolo giapponese.

C’è una folta schiera d irriducibili che ad esempio non potrebbe mai rinunciare a Fifa Ultimate Team e al comporto online multiplayer del titolo canadese, ma ci sono anche coloro i quali non pensano a tanti fronzoli o magari semplicemente sono tentati da un titolo che ha puntato moltissimo sulla rivoluzione della Intelligenza artificiale per questo ennesimo capitolo. Punti deboli del titolo giapponese? Ce ne sono e purtroppo sono abbastanza ripetitivi e ripetuti: si può cominciare dalla grafica che non regge il confronto con Fifa e si può finire con le licenze, che per qualcuno non sono importanti ma che per chi vuole una simulazione calcistica sono fondamentali. E questo è un difetto che ormai Konami si trascina indietro da tanti troppi anni, quello di non capire che arrivare fino a dicembre con rose delle squadre europee e non solo non aggiornate costituisce un’esperienza frustrante per moltissimi giocatori. Per il resto comunque non si può negare che il titolo Konami sia migliorato, in un costante tentativo di arrivare al livello di Fifa 16 che probabilmente on è ancora maturo, ma che negli anni a venire potrebbe concretizzarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.