Niente sconti per Teramo e Savona, sarà retrocessione in serie D. Il Catania invece ripartirà dalla Lega Pro con 12 punti di penalizzazione. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale della Federcalcio, che dopo aver esaminato le carte hanno disposto la retrocessione in serie D senza punti di penalizzazione per le due squadre accusate dalla procura federale di aver “combinato” l’ultima partita dello scorso campionato di Lega Pro.

Il Teramo vinse a Savona ottennendo così la promozione in serie B. Ma le società non ci stanno e annunciano battaglia: “Faremo ricorso – assicura l’ad del Savona Santucci -. Il Savona è stato retrocesso senza prove”.

Il Catania ripartirà dunque dalla Lega Pro con 12 punti di penalizzazione. L’inchiesta coinvolge il Catania e le squadre immischiate nell’operazione “Dirty Soccer”. Il Procuratore Stefano Palazzi aveva chiesto la retrocessione in Lega Pro per il Catania con 5 punti di penalizzazione, tenendo della collaborazione fattiva offerta dal patron del club etneo, Pulvirenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.