Il Milan torna a sognare Zlatan Ibrahimovic, grazie alla decisione dell’Uefa di rimuovere i limiti di spesa imposti lo scorso anno al Psg in virtù del Fair Play finanziario. Non solo: il club parigino non avrà più il tetto di 21 giocatori da presentare nella lista internazionale, potendo così tornare a 25. Una decisione che sblocca il mercato di uno dei club con le maggiori disponibilità economiche al mondo, che dopo tre scudetti consecutivi punta alla Champions League.

E allora da adesso in poi il mercato internazionale dei giocatori potrebbe davvero sbloccarsi, perchè l’immobilismo del Psg lascerà il posto a una serie di assalti ai giocatori più prestigiosi in giro per il mondo. Il primo nome sul taccuino dei dirigenti francesi è quello di Di Maria, esterno argentino che al Manchester United non ha lasciato il segno e che già lo scorso anno sembrava in procinto di accasarsi sotto la Tour Eiffel. E poi c’è il sogno Cristiano Ronaldo, in rotta con il Real Madrid, che potrebbe accettare una nuova avventura.

Tutti movimenti che inevitabilmente porteranno alla cessione di Ibra, in scadenza di contratto e ormai giunto al capolinea della sua avventura francese. Dopo le polemiche con gli arbitri e l’aver definito la Francia un “paese di m….” che non merita il Psg, anche la stampa ha reso le distanze dallo svedese con un “arrivederci e grazie” auspicando una sua cessione, ritenendolo poco adatto a proseguire le ambizioni internazionali del club in mano agli sceicchi. Proprio l’Equipe suggeriva un ritorno a Milano sponda rossonera, dove sarebbe ancora apprezzato, in una città che lui e la sua famiglia amano. Galliani starà lavorando sotto traccia? Staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.