Galliani è a Parigi per trattare il clamoroso ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan. Mister scudetto, come è stato ribattezzato il campione svedese per la sua capacità di essere decisivo in campionato, sembra essere stufo della sua avventura parigina. Il rapporto con la squadra e soprattutto con stampa e opinione pubblica è peggiorato dopo le sue esternazioni conseguenti a un arbitraggio sfavorevole, e potrebbe voler cambiare aria. Non sono poche le squadre che potrebbero provare ad accaparrarsi le prestazioni del gigante svedese, e Galliani vuole provare a battere la concorrenza spingendo sull’affetto che lega Ibra ai colori rossoneri.

Il nodo principale sembrerebbe essere l’ingaggio del centravanti, e invece potrebbe non essere così. Ibra infatti avrebbe già dato la disponibilità a trasferirsi al Milan, spiegando a Galliani che deve mettersi d’accordo con il club. Questo vorrebbe dire che Ibra è pronto a ridursi l’ingaggio venendo incontro alle disponibilità rossonere, e si parla già di un ingaggio di 7,5 milioni di euro a stagione per i prossimi due anni. Il Milan non può assicurare a Ibra la partecipazione alla Champions League ne all’Europa League, almeno per il prossimo ano, ma questo potrebbe non essere un problema per lo svedese che non ha mai avuto un buon feeling con il clima internazionale.

Per Ibra potrebbe essere invece un grosso stimolo consentire alla sua ex squadra di tornare a lottare per lo scudetto, magari strappandolo alla Juve. Per poi vivere l’avventura in Champions il prossimo anno. Vedremo se le strategie di Galliani saranno efficaci anche questa volta: ripartire da Ibra sarebbe il modo migliore per riportare i tifosi allo stadio e per ridare fiducia a tutto l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.