Leigh Erceg solo qualche mese fa si occupava del suo ranch in Colorado. Un giorno, proprio mentre lavorava nell’aia ha sbattuto violentemente la testa e ha perso i sensi. Al risveglio la donna non ricordava nulla del suo passato, poi però ha iniziato a scrivere versi e a dipingere, cosa che non aveva mai fatto prima dell’incidente. Ma non solo: ha scoperto anche di essere un genio in matematica, risolvendo algoritmi complicati.La storia è stata raccontata dall’americana Abc. Come è possibile che una donna priva di una istruzione particolarmente vasta possa essere diventata all’improvviso una sensibile poetessa e una matematica di talento? L’ipotesi più accreditata secondo gli studiosi che hanno esaminato il suo particolare caso è che si tratti della sindrome di Savant, che si presenta per l’appunto oltre che con disturbi cognitivi anche con lo sviluppo di particolari abilità che chi la contrae prima non aveva mai avuto.

«Non so che tipo di caduta è stata, ma deve essere stata abbastanza drammatica”, ha detto Erceg a ABC News. “Ricordo solo che mi dicevano: ‘Leigh, continuare a respirare.’ Mi ricordo che c’era uno sceriffo, e lui mi ha detto, ‘Leigh continuare a respirare.’ Non si sono immagini nei miei ricordi, ci sono solo parole, ‘Leigh continua a respirare’.

Erceg detto che ha perso la sua capacità di provare emozioni, condizione che i medici chiamano “effetto piatto”, e ha anche scoperto una certa affinità per l’arte, la poesia di alto livello e per la matematica.

I medici hanno detto che Erceg potrebbe avere “acquisito la sindrome di Savant” una maggiore capacità cognitiva in campi come l’arte e la matematica che non erano precedentemente presenti, e la sinestesia, una condizione che causa sensi che tendono a sovrapporsi – e infatti lei può vedere e sentire i suoni e i colori.

“Leigh è l’unica donna al mondo che ha acquisito la sindrome Savant e la sinestesia dopo un danno cerebrale, che io sappia”, ha detto il dottor Berit Brogaard, un neuroscienziato dell’Università di Miami che ha studiato i cambiamenti causati dai traumi cerebrali di Erceg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.