Chi l’avrebbe mai detto. E’ questa la frase più ricorrente tra società, tifosi e giocatori della Juve dopo la finale di Champions conquistata sul campo del Real Madrid. La fiducia in se stessi qui non c’entra: anche i più ottimisti sapevano che centrare un traguardo simile dopo l’addio di Conte, una campagna acquisti modesta e le ultime delusioni europee era un miraggio.

E invece la Champions dimostra ancora una volta di essere una competizione che può regalare grandi sorprese, perchè si può crescere strada facendo e con un po’ di fortuna nei sorteggi si può anche arrivare in fondo. La sfortuna per la Juventus è che in fondo c’è anche il Barcellona, e che si tratta di una squadra che soprattutto a livello offensivo fa paura. Centrocampo e difesa, portiere compreso, sono tutt’altro che imbattibili, ma il trio Neymar-Suarez-Messi rischia di entrare di diritto nella storia del calcio mondiale.

Non ci si giocherà solo la Champions League a Berlino, ma anche il Pallone d’Oro. E se Messi è il candidato numero uno al momento, cosa succederebbe se a vincere la coppa fosse la Juventus? In quel caso bisogna anche vedere cosa succede in finale, ma ci sono grandi possibilità che uno juventino strappi il trofeo. Indiziato numero uno, per classe e storia sarebbe Amdrea Pirlo, anche se oggettivamente non è questo il suo anno migliore. Ma sarebbe un premio alla carriera sul quale nessuno avrebbe da ridire, ne in Italia ne nel mondo. Occhio però a Tevez, perchè se l’argentino dovesse essere decisivo segnando in finale, entrerebbe di diritto nei favoriti. Infine c’è Buffon: diciamo infine non perchè non lo meriti, ma perchè come avvenuto con Neuer, i portieri partono sempre sfavoriti in questo tipo di competizione. Ma prima c’è da alzare la Coppa perchè altrimenti dare il premo a Messi sarebbe inevitabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.