Quanto tempo ti resta da vivere? Dipende da te. E’ questa la filosofia che c’è dietro la realizzazione di Life Clock, app per Apple Watch che si propone di tenere il conto, alla rovescia di quanti giorni, ore e minuti ci restano da vivere. Ovviamente non si tratta di una app in grado di predire il futuro, e quindi sono escluse previsioni su incidenti, malattie e quant’altro possa porre fine alla vita di ognuno di noi in qualunque momento.

Life Clock però, fa una stima di quanto resta da vivere a colui che indossa l’Apple Watch sulla base dei parametri che ognuno di noi inserisce al momento dell’installazione e soprattutto si adegua costantemente allo stile di vita che il soggetto in questione sta conducendo. E così chi avrà una vita sedentaria, che influirà su battiti cardiaci bassi e poca attività, vedrà inevitabilmente e inesorabilmente diminuire il tempo che gli resta a disposizione.

Al contrario, quando Life Clock riscontrerà il polso di un soggetto che pratica sport e i cui battiti cardiaci sono tipici di chi fa del movimento e della vita sana un suo credo “regalerà” ore e minuti di vita. Lo scopo, ovviamente, è quello di tenere sempre al polso qualcosa che ci incoraggi a condurre uno stile di vita sano, invogliati dal vedere aumentar le ore di vita che abbiamo a disposizione. E allo stesso modo, scoraggiare chi conduce uno stile di vita troppo sedentario, che potrà essere stimolato da un conto alla rovescia che va troppo velocemente.

Ma si tratta anche di una app “filosofica”, perchè pochi o nessuno quando guarda le lancette dell’orologio che scorrono pensa che sono secondi che ci avvicinano all’inevitabile. Così come, per fortuna, nessuno quando apre gli occhi la mattina pensa che ogni giorno che passa lo avvicina alla morte. Con Life Watch questo potrebbe essere invece più chiaro, ma non con lo scopo di angosciare o deprimere, quanto piuttosto per apprezzare maggiormente la quotidianità e soprattutto evitare di perdere tempo e ore preziose sfruttando al massimo ciò che la vita ci offre.

Tom Le Bree, socio fondatore di Rehabstudio, la società londinese che ha progettato l’applicazione:

“Vogliamo incoraggiare le persone a prendere buone decisioni oggi dando loro un promemoria palpabile sul fatto che tali azioni avranno un impatto domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.